Cassiodoro

Squillace ha dato i natali in questo periodo ad un personaggio illustre in tutto il mondo, sicuramente il più illustre nella millenaria vita della “Calabria”, Flavio Magno Aurelio Cassiodoro, l’ultimo dei romani e il primo degli italiani.

Cassiodoro, nato nel 485 d.C. a Squillace già da giovanissimo è “Consiliarius” del padre, il quale, esercitando allora la prefettura, divenne, forse, il primo maestro nell’arte del governo: sappiamo, infatti, che il suo genitore fu esemplare ed esperto funzionario di re Odoacre.

Nel 507 entra nelle grazie di Teodorico ed è nominato Questore e Segretario del Re e viene insignito del titolo di Patrizio. Nel 514 è Console. Successivamente seguendo la tradizione di famiglia diventa “Corrector” del Bruttio e della Lucania.

La camera Cassiodoro è una funzionale matrimoniale, all’occorrenza doppia con una splendida terrazza dove passare momenti di relax oppure godersi il caldo calabrese.

La camera ha un bagno in comune con la camera Spartaco, molto spazioso.

Gallery